Programma M° Guglielmo Ferro

PROGRAMMA

La grande ricchezza drammaturgica del teatro moderno, i nuovi linguaggi teatrali e la ricerca costante di nuove forme espressive impongono la creazione di strumenti interpretativi adeguati. L’attore è interprete, ‘strumento attivo’ che mescola, amalgama, dà voce a un bisogno esprimersi che è, prima di tutto, un’esigenza personale, un bisogno ludico (play, jouer, spielen significano tanto giocare quanto recitare). Perché questa esigenza non sia auto referenziale, pericolo incombente alla natura stessa dell’attore, si deve tener conto di tutti gli elementi che connotano la vera espressione teatrale e non dimenticare l’importanza dei modelli del passato per modificarli, renderli attuali, e adeguarsi alle forme di comunicazione contemporanee. Solo così il teatro torna a vivere e ad avere un ruolo attivo e significativo nella società.

Nasce dunque l’esigenza di formare una nuova classe di attori e registi che tengano in considerazione la grande vitalità delle espressioni contemporanee.
Lo stage è rivolto a una classe di attori e registi che vogliano acquisire i mezzi idonei ad essere protagonisti di un teatro che si apre a nuove frontiere interpretative.

Lo stage è rivolto a tutte le persone che considerano il teatro una realtà dinamica sempre in evoluzione.
Lo stage mira a contestualizzare lo studio del personaggio in relazione alla realtà di cui fa parte (hic et nunc). L’attore fa parte di un ‘tutto’: la realtà del palcoscenico, quella drammaturgica (il testo e gli altri personaggi), la propria storia personale in relazione alla società in cui vive.

Lo stage si basa sul principio di ‘regole e libertà’ o ‘libertà dentro le regole. Scopo del corso è:

stimolare le capacità interpretative e creative individuali tenendo conto del contesto entro il quale si sviluppano;

rendere i partecipanti consapevoli dei linguaggi espressivi dell’attore attraverso i mezzi che offre il palcoscenico: parola / gesto / suono;
non uniformare ma affermare le singole individualità attraverso: libertà di espressione, attenzione e rispetto dell’altro.

Lo stage si articola in diverse fasi, complementari fra loro, che connotano il contesto all’interno del quale l’allievo sperimenterà le proprie abilità:

  •  lo spazio
  •  la parola e il gesto
  •  improvvisazione
  • rapporto di sincerità e menzogna tra attore e testo.